Cerca nel blog

giovedì 5 aprile 2012

Gorni Kramer - Prego, sorrida/Buenos tango (1974)












Vedendo la copertina di questo disco di Gorni Kramer, contenente la sigla del programma televisivo "Foto di gruppo", lo strumentale "Prego, sorrida" (firmato anche da Castellano e Pipolo, che però scrivevano solo testi.....), ho notato un volto conosciuto: Gerry Bruno, cioè il mitico Gerry dei Brutos.
Ovviamente gli ho subito chiesto di presentare questo disco, raccontando agli amici del blog qualche notizia sulla trasmissione televisiva, e più avanti potrete leggere il suo intervento; prima però vi devo dire che anche la canzone sul retro, "Buenos tango", è uno strumentale.


Caro Vito,

forse il più bel regalo che ho mai avuto da uno dei più grandi personaggi dello spettacolo italiano è stato quello fattomi da Gorni Kramer in occasione delle otto puntate del varietà televisivo "Foto di gruppo", trasmesse dal Fiera TV1 in quel di Milano nel 1974. 
La regia era di Carla Ragionieri, gli autori Castellano & Pipolo ed il cast  era composto da Raffaele Pisu, Meg Tarantino, Gianfranco Funari, Tony Binarelli, i fratelli Pippo e Mario Santonastaso, Gianfranco D'Angelo, Boris Makaresco, Rosanna Rufini, l'ex campionessa di pattinaggio artistico Matilde Ciccia, il doppiatore Franco Latini ed il sottoscritto Gerry Bruno.
Avevo da poco terminato la seconda ripresa teatrale di "Alleluja brava gente" ed in quel periodo lavoravo anche  con il mio caro amico Sacha Distel in giro per il mondo. 
Il cast completo di "Foto di gruppo"
Tuttavia riuscii a trovare il tempo (viva agli aerei) a portare a termine tutti i lavori grazie anche al fatto che una volta in Rai, per fare uno spettacolo in TV, si facevano 4 giorni di prova e quindi un giornoper fare le "mie" prove lo trovavo sempre. 
Ma torniamo a Kramer. 
Quando mi chiese che cosa mi proponevo di fare in quelle otto puntate al di la dei duetti con Lele Pisu, quasi tutti cantati, si mise subito a disposizione per ri-arrangiare i miei "famosi"numeri mimici/musicali che da anni portavo in giro per il mondo. Uno in particolare lo colpì molto: quello intitolato "The Typewriter", scritto da Leroy Anderson  nel 1950 e portato al succeso da Jerry Lewis in uno dei suoi innumerevoli film, e da tutti noi chiamato "La macchina per scrivere". 
In effetti neanche a me piaceva molto l'originale, forse perchè il rumore della macchina da scrivere era molto debole rispetto alla musica che la faceva troppo da padrona, e questo per un fantasista fisico (a meno che tu non fossi stato Jerry Lewis) non andava per niente bene. Kramer fece il suo bell'arrangiamento, quasi identico all'originale, e quando fu il momento di sovrapporre il rumore dei tasti della macchina per scrivere sulla base musicale....si mise le mani nei capelli.
Nessun batterista o rumorista che fosse riusciva a seguire la base perchè troppo veloce rispetto alla possibilità di digitare i tasti di una normale Remington degli anni '50. 
Gerry e Funari durante "Foto di gruppo"
Insomma, stavamo quasi per abbandonare il progetto, quando a quel genio di Kramer gli venne in mente di far girare la base musicale ad una velocità inferiore del 50% e su questa, quindi, sovrapporre con tutta calma  i rumori dei tasti e registrare il tutto con la massima semplicità con un risultato strabiliante. 
Gorni Kramer per la contentezza in seguito mi "regalò" la registrazione del pezzo che risulta essere oggi come oggi, la più bella e vera versione del brano intitolato "The Typewriter", portato al successo negli anni passati dalla grande orchestra di Werner Muller ma che io non ho mai più usato dal 1974 in poi grazie a quel genio di Gorni Kramer.
Nella foto del disco di Kramer  si vedono da sinistra a destra con il maestro:
Meg Tarantino,  Mario Santonastaso,  Boris Makaresco,  Pippo Santonastaso,  Gianfranco Funari,  Franco Latini,  Gianfranco D'Angelo,  Gerry Bruno e Matilde Ciccia.

1) Prego, sorrida (Franco Castelllano-Giuseppe Moccia-Gorni Kramer)
2) Buenos tango (Gorni Kramer)

3 commenti:

  1. il programma non ebbe molto successo all'epoca, anzi...però a rivederlo ora è veramente piacevole.

    RispondiElimina
  2. E' vero quello che dici ed è altrettanto vero che oggi come oggi non ci vuole molto per essere "piacevoli" con tutto ciò che ci propone la televisione di questi tempi. Ma d'altra parte c'è da considerare che all'epoca, si parla del 1974, la maggior parte del cast della trasmissione era formato da quasi dilettanti. Tolto Raffaele Pisu, tutti gli altri erano alle loro prime esperienze televisive. Addirittura la "soubrette" Meg Tarantino che nessuno aveva mai sentito nominare prima, era al suo debutto
    televisivo. Le televisioni di Berlusconi erano ancora solo
    nei pensieri del nostro ex Premier e i vari D'Angelo, Funari,
    Makaresco ecc. per poter fare ciò che veramente sapevano fare, dovettero aspettare anche loro gli anni '80. Comunque ti sarei grato se mi dicessi dov'è che hai rivisto quella trasmissione perchè sono curioso di vedere anch'io com'ero quando "ero giovane e bello". PS/Da non dimenticare che la regia fu affidata a Carla Ragionieri e non a Enzo Trapani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ha appena telefonato l'anonimo qui sopra, che è Gerry dei Brutos che si è dimenticato di firmarsi, per cui rimedio io, precisandolo qui.

      Elimina