Cerca nel blog

martedì 1 febbraio 2011

Ferruccio – Il funerale/Ero un bambino (1966)

 










Questo è uno di quei cantanti sconosciuti, anzi di più….di cui ho cercato per anni notizie su riviste musicali degli anni ’60, senza trovarne alcuna….poi un mio amico genovese, ovviamente esperto di musica, Federico, mi ha raccontato che si trattava di un cantautore della sua città, di scarso successo, che dovrebbe aver inciso non più di un paio di 45 giri, per poi morire tragicamente (pare suicida).
Ferruccio Vitacchio, questo il suo nome completo, può ricordare alcuni cantautori dei primi anni ’60 (Paoli, Ciampi, certe cose di De André..), anche per gli arrangiamenti dei brani, di Willy Brezza, oltre che per i testi abbastanza tristi.
Nelle due canzoni partecipano ai cori i “Cantori moderni” di Alessandro Alessandroni.
Nel disco non è segnata alcuna data, né ho trovato informazioni in merito sui numeri che ho di "Musica e dischi" e di altre riviste......se qualcuno ne sa qualcosa in più, mi faccia sapere!

NOTA: grazie alla segnalazione di Guido (che potete leggere nei commenti) è stato possibile datare il 45 giri al 1966....speriamo di reperire altre informazioni!

1) Il funerale (Ferruccio Vitacchio)
2) Ero un bambino (Ferruccio Vitacchio)

8 commenti:

  1. Non so niente di questo disco, ma visto che il suo n. di catalogo è AF 0030
    ed invece questo disco di Wilma De Angelis è del 1966:
    Io So Gia' Che Tornerai / Se Vivrai Con Me Starlet Record AF 0031
    dedurrei che l'anno è lo stesso.
    ciao
    Guido

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rossana, puoi cortesemente fornirci qualche informazione in più su Ferruccio?

      Elimina
  2. Pare che la Boom Records venda 2 brani di questo Ferruccio ristampati recentemente:
    Treno vai / Di questo nostro amore
    entrambi di Vitacchio-Brezza
    http://www.boom-records.com/dischi.htm
    Sarà il suo secondo 45 giri?
    Guido

    RispondiElimina
  3. Ciao Guido, per l'anno hai sicuramente ragione, ora lo inserisco....per gli altri due brani, invece, non ho informazioni certe, però potrebbe essere....sempre che sia vero che abbia inciso solo due dischi e non, invece, qualcuno in più. Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per avere l'opportunità di ricordare Ferruccio, un caro amico. Come è già stato detto cantautore triste come dimostrano le sue canzoni, un preludio alla Sua fine. Il Funerale ascoltata senza le parole è molto orecchiabile. Le parole sono molto profonde e nella loro tristezza belle. In un cambio di abitazione sono andati persi i dischi e le partiture. Mi piacerebbe ritrovare i dischi e magari anche gli spartiti di: Il Funerale, Ero un Bambino ed Il Sole delle Sei. Un saluto Giancarlo

      Elimina
  4. Mi chiamo Gianni, compongo musica e scrivo poesie, sono stato amico di Ferruccio, mi manca moltissimo, ho lavorato con lui (vendeva fondi di investimento) alla fine degli anni 60 ed ho fatto musica con lui. Si uccise nel 1983.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le informazioni su questo bravo ma sfortunato cantautore. In un libro sulla scena musicale genovese, "Codice Zena", il bassista Bob Callero ne fa un accenno.

      Elimina