Cerca nel blog

martedì 24 maggio 2011

Antonello Venditti, Adriana Asti e Ninetto Davoli - Addavenì (quer giorno e quella sera) (1979)












Nell’autunno del 1979 la Rai propone una film musicale, intitolato “Addavenì (quer giorno e quella sera)”, con Ninetto Davoli ed Adriana Asti, scritto per quel che riguarda i testi da un misterioso “Anonimo romano”, mentre le musiche sono curate da Antonello Venditti; la trama ripercorre un po’ alcuni cliché pasoliniani, raccontando il tragico amore tra una prostituta ed un borgataro romano.
Il regista del programma televisivo è Giorgio Ferrara, ed il testo era stato pubblicato l’anno precedente in volume dalle edizioni Capelli; dietro lo pseudonimo “Anonimo romano” si nasconde Maurizio Ferrara, padre del regista ed anche di Giuliano Ferrara, nonché esponente di rilievo del P.C.I. romano..
Le canzoni però risultano in Siae essere scritte interamente da Venditti, anche per quel che riguarda i testi.
Il disco di oggi è la colonna sonora di “Addavenì (quer giorno e quella sera)”, pubblicato dalla Philips, che era la casa discografica del cantautore dopo l’abbandono della RCA Italiana (e prima della fondazione, con Colombini, della Heinz Music).
La canzone che apre il disco, “Scusa devo andare via”, è l’unica eseguita da Venditti, ed è in una versione diversa rispetto a quella presente nell’album “Buona domenica”; viene inoltre ripresa, in una breve coda strumentale, alla fine del lato 2.
Sulle altre canzoni c’è poco da dire: nelle sonorità si riconoscono le caratteristiche del cantautore romano, ma non giova loro l’interpretazione di Davoli (che, come cantante, forse qualcuno ricorderà nella vecchia pubblicità dei cracker Saiwa, in cui la mattina presto percorreva una Roma deserta cantando a squarciagola i successi del periodo) e, soprattutto, della Asti.
I più attenti di voi noteranno che la musica di “Quanno che Roma schiatta” è la stessa di “Ruba”, incisa da Venditti nel disco “Che fantastica storia è la vita”, del 2003, ma in realtà è il brano in italiano che è antecedente, in quanto scritto nei primi anni ’70 ed inciso, in quel periodo, da Mia Martini.
“Me piacerebbe tanto” è invece il primo reggae scritto dal cantautore romano, alcuni anni prima della più conosciuta “Piero e Cinzia”.
La produzione del disco è curata da Michelangelo Romano, che in quel periodo seguiva Venditti, mentre gli arrangiamenti sono curati dallo stesso cantautore con gli Stradaperta, il suo gruppo di accompagnamento del periodo (che suona anche in tutti i brani); l’orchestra d’archi è arrangiata e diretta da Peppino Mazzucca e Nicola Samale.

LATO A

1) Antonello Venditti – Scusa, devo andare via (un’altra canzone)
2) Ninetto Davoli – Ho fatto un sogno
3) Adriana Asti – Quanno che Roma schiatta
4) Ninetto Davoli – Me piacerebbe tanto

LATO B

1) Adriana Asti e Ninetto Davoli – Addavenì
2) Adriana Asti e Ninetto Davoli – Amore dillo sottovoce
3) Ninetto Davoli – Oddio moro
4) Adriana Asti – Così è venuto
5) Stradaperta – Scusa, devo andare via (un’altra canzone)

Bonus tracks: 1) Mia Martini - Ruba
                      2) Antonello Venditti - Ruba

3 commenti:

  1. grazieeeee!!!!
    lo stavo cercando!

    RispondiElimina
  2. Sono secoli che cerco queste canzoni e possibile che le posti su Youtube?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho idea di cosa voglia dire "posti su youtube"....

      Elimina