Cerca nel blog

venerdì 4 marzo 2011

Stella Dizzy – Sabato il sole/Non fa nulla (1964)



Stella Dizzy nasce a Torino il 24 novembre del 1940 (nel Dizionario della Canzone Italiana edito da Curcio nel 1990 c'è scritto Milano, ma è uno dei tanti errori presenti nei due volumi): il suo vero nome è Maristella Ida Di Cunzolo, ed è la figlia di Mario Di Cunzolo, sassofonista nei primi anni '40 con il pianista Cellini e poi nelle orchestre di Cinico Angelini, Pippo Barzizza ed Armando Trovajoli.
Mario Di Cunzolo era nato a Salerno nel 1914, aveva iniziato a suonare il sassofono in varie orchestre campane finchè nel 1939, ricevuta la proposta di entrare nell'orchestra di Angelini, si era trasferito a Torino, città in cui, oltre a suonare con le varie orchestre legate all'E.I.A.R., fu tra i fondatori dell'"Hot Club", celebre circolo jazzistico cittadino; inoltre aveva anche un complesso a suo nome con cui si esibiva principalmente alla Sala Gay di via Pomba.
Ma torniamo alla figlia.....dotata di bella presenza, terminati gli studi si trasferisce a Milano, città in cui inizia la carriera di indossatrice, per poi debuttare (dopo aver adottato lo pseudonimo) nel 1958 in televisione nella trasmissione “Un due tre”, con Raimondo Vianello ed Ugo Tognazzi.
Ma ha la passione per la musica, ed ottenuto un contratto con l’RCA partecipa al “Rally della canzone” ed incide una serie di 45 giri per poi passare alla Fonit-Cetra, etichetta per cui pubblica altri dischi fino al ritiro ed al trasferimento negli Stati Uniti, dopo il matrimonio con un ricco americano.
Stella Dizzy era comunque dotata di una voce bella e gradevole, per certe cose mi ricorda un po’ Jula de Palma, ed anche la Dizzy era portata verso il jazz, cosa evidente in alcune sue canzoni.
Il disco che presentiamo ha, sul lato A, una cover di “Saturday Sunshine”, un brano di Burt Bacharach con il testo in italiano scritto da Mogol.
Il lato B di questo disco è “Non fa nulla”, scritta da Gualtiero Malgoni (nell’etichetta è riportata anche la firma della Dizzy, che probabilmente aveva collaborato alla stesura della canzone senza però effettuare il deposito).
Dirige l’orchestra il maestro Enrico Simonetti.

1) Sabato il sole (Mogol-Burt Bacharach)
2) Non fa nulla (Stella Dizzy-Gualtiero Malgoni)

3 commenti:

  1. Cesare Borr (alias CBNeas1968)4 marzo 2011 15:52

    Stella Dizzy aveva hobbies non disprezzabili: la pittura, il disegno e la chitarra classica.

    RispondiElimina
  2. Preferisco Non fa nulla al pur nobile lato A... singolo piacevolissimo, tuttavia.

    RispondiElimina
  3. In 'Sabato il sole' Stella Dizzy fa venire in mente Rita Pavone... strano perchè in 'Non fa nulla' canta in modo molto diverso, più rilassato e 'autentico'.

    RispondiElimina