Cerca nel blog

mercoledì 27 giugno 2012

Paulin - Kentucky/Un sabato o l'altro (1970)












Paulin è lo pseudonimo di Paolo Penco, cantante e cabarettista torinese che aveva debuttato a trent’anni, dopo aver fatto il camionista, e che raggiunse una certa notorietà nei primi anni ’70, in cui appariva anche in televisione sulla Rai; ricordo di averlo visto da bambino, doveva essere il 1970 o il 1971, mentre presentava una sua versione tradotta in piemontese de “Lo straniero di Moustaki” (mi ricordo che iniziava “Con ‘sta faciasa da galera…”).
“Kentucky” racconta la storia d’amore tra una ragazza americana (proveniente appunto da quello stato) ed un operaio della Fiat “con un unico pullover ma targato latin-lover”: è impossibile non farsi venire in mente, ascoltandola, le storie cantate da Fred Buscaglione, anche a causa del forte accento torinese di Paulin, così simile a quello del suo predecessore.
Il testo è di Mauro Castagneri, mentre le musiche sono di Mario Piovano e Pino Pisano (quest’ultimo è il chitarrista del gruppo beat torinese degli Stereo, autori di un bel disco strumentale per la DKF nel 1966); l’etichetta riporta Castagneris al posto del cognome corretto, ed omette Piovano dagli autori.
“Un sabato o l’altro” è un valzer che racconta un sabato vissuto in una balera di periferia, di quelle vicine ai vecchi circoli Arci, con il quadro di Gaetano Bresci che ammazza re Umberto: il testo è di Leo Chiosso mentre la musica è di Mario Piovano ma, per un evidente errore, sull’etichetta il cognome del musicista di Cambiano è diventato “Pisano” (con riferimento forse al coautore del lato A)….ma ad errore si somma errore: infatti in Siae la canzone è depositata, per così dire, al femminile, con il titolo “Un sabata o l’altro”….mah!!!

1) Kentucky (Mario Castagneri-Pino Pisano-Mario Piovano)
2) Un sabato o l'altro (Leo Chiosso-Mario Piovano)

16 commenti:

  1. L'etichetta è la REX 70, la stessa che pubblicò un 45 giri del misconisciuto torinese Franco Ganci, "Un segreto tra noi" (cover di un brano di Presley, "The fair's movin' on", il cui testo italiano si deve alla giornalista romana Patrizia Alò).

    RispondiElimina
  2. Bentornato!
    Chissà perché ho pensato subito al solista dei Cugini di Campagna; poi dalla foto del singolo ho capito subito che si trattava di un'altra persona:-)
    Grazie
    Roberto59

    RispondiElimina
  3. Salve,
    "Un sabato o l'altro" é servita da sigla a uno sceneggiato televisivo. C'è qualcuno che si ricorda quale?
    Grazie, Federico

    RispondiElimina
  4. E' possibile trovare il testo di "un sabato o l'altro" su internet ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo non lo so....prova a cercare con google...ti posso anticipare che nel 33 giri (di cui ci occuperemo presto) i testi delle canzoni non ci sono

      Elimina
  5. Carissimi,
    dopo moltissimi anni, grazie a Voi sono riuscito a rimettere a posto un tassello nella mia memoria.
    Si tratta di Paulin, alias Paolo Penco, del quale ignoravo il nome ed avevo un vago ricordo delle sue sembianze in seguito a qualche apparizione televisiva di quasi cinquant'anni fa.
    Ricordavo soltanto alcuni versi di due suoi brani "Lei aveva gli occhi verdi come due pastiglie Valda, come il verde dei tranvai quando arriva l'estate" e "Un sabato o l'altro mia cara Lucia un pò d'anarchia la provi con me. Se un sabato o l'altro mi prende il magone, la rivoluzione la faccio per te.
    Avevo provato, alcuni anni fa, senza risultato, a contattare via a-mail Bruno Boveri del quale avevo letto un pezzo "Le osterie di BB" dove avevo trovato citato per l'appunto Paulin, indicato come "mitico bardo autore della bellissima Lei aveva gli occhi verdi come due pastiglie Valda, frequantatore della piola Da Betty in via Bogino". Pensavo di aver risolto l'arcano, ma lo stesso Boveri mi rispose escludendo che il Paulin da lui citato potesse essere l'autore dei brani in questione, rimandandomi agli occhi verdi ripensati da personaggi come Fausto Tozzi ed I Profeti.
    Finalmente, ieri, mi sono imbattuto sul Vostro blog ed ho letto il pezzo del 17.06.2012 su Paulin e sul 45 giri Kentucky/Un sabato o l'atro.
    Ho immediatamente riconosciuto la foto del Paulin sulla copertina del disco ed il tema di "un sabato o l'atro" riassunto nel pezzo.
    Punto di domanda. Mi confermate che lo stesso Paulin ha cantato anche "Lei aveva gli occhi verdi come due pastiglie Valda"? Chi ne ha scritto il testo? Le due canzoni in questione sono reperibili su CD o altro? Dove si possono trovare i testi?.
    Mi rendo conto che da non sapere nulla in proposito, adesso vorrei sapere troppo.
    In ogni caso, confido nella Vostra memoria e disponibilità.
    Grazie.
    Carlo De Caro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo, innanzitutto grazie. Per il resto, di Paulin ci occuperemo presentando due suoi 33 giri prossimamente, quindi alcune tue domande riceveranno risposta....continua a seguirci!

      Elimina
  6. me la ricordo anch'io la versione in piemontese de "Lo Straniero" la cantava spesso mio padre...credo di averla imparata da lui.
    Però non credo di avere dei dischi di Paulin....me la ricordo forse perchè le musiche erano di Mario Piovano, per cui mio padre scrisse tanti testi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un benvenuto alla figlia di Piero Novelli! Se hai girovagato un po' per il blog, avrai visto che abbiamo anche parlato in qualche occasione di tuo padre.

      Elimina
    2. Ho conosciuto il tuo Papà .Io ero un cantante in erba e moderno ma non disdegnavo la frequentazione di piole e cirdolo dove ho incontrato, con molto piacere, il massimo dell'epoca. Lo ricordo con Mario Castagneri, Piovano, Maurizio Corgnati ed altri. gigi nesta

      Elimina
  7. ho inserito il video originale del 1971 della canzone Un sabato o l'altro, cercando di fare del mio meglio rielaborando sia il video che l'audio,ho anche pubblicato sotto il video parte di quello scritto in questo post ( citandone la la fonte) se qualcuno ha piacere lo può cercare su youtube basta cercare PAULIN
    p.s.
    se la pubblicazione di quanto scritto qui non fosse gradita basta segnalermelo e sarà immediatamente tolta

    un saluto a tutti voi
    le.note.del.tempo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti preoccupare, la pubblicazione sotto il video è gradita....!

      Elimina
  8. Io avevo una cassetta intitolata "Paulin sensa sagrin" dove c'erano parecchie sue canzoni in piemontese. Ricordo Kentucky, La canson di lofi e Ferramie.

    RispondiElimina
  9. Una circostanza fortunata mi ha consentito di reperire una vecchissima cassetta subito digitalizzata, con questi brani:
    Aventura spagneula - Che bel!! - Deme una rasun - Fox dle mudande - Fate coragi
    Kentucky - L'ultim Berlandin - La cansun dij lofi - La pubblica mural - La svedeisa
    Molme - Strassè - Vanessa.
    Per buona parte di essi ho anche copie di testi e spartiti, tutti recantii le firme Mario Castagneri per il testo e Paulin per la musica. In alcuni casi alla linea melodica non si accompagna però il testo.
    Ho iniziato a trascrivere le canzoni liguri, il cui testo e musica sono spesso introvabili, e vorrei poi proseguire con quelle piemontesi, che saranno poi pubblicamente disponibili.
    Mi fa immensamente piacere che ci si ricordi in tanti di questo artista di un tempo lontano. Un cordiale saluto a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo che alcune canzoni di Paulìn fossero in ligure, pensavo fossero tutte in torinese...presto comunque presenteremo un album di Paulìn, continua a seguirci.

      Elimina
    2. Mi sono espresso male e chiedo scusa. Le canzoni liguri sono di autori vari.

      Elimina